Franca Masu

Disponibile a richiesta

Franca Masu è l’esponente più internazionale della lingua e della antica cultura catalana ancora vive ad Alghero, terra che conserva l’eredità dello splendore medievale della Corona catalano-aragonese. Ha pubblicato sei album nei quali denota una grande versatilità cimentandosi in brani musicali differenti nello stile, genere e anche nelle lingue.
Il percorso artistico-musicale della Masu è particolarmente ricco e variegato, segnato da  una selezione musicale aperta alla contaminazione, con composizioni  spesso rivolte all’esplorazione di nuovi territori sonori che convivono con il forte legame per il senso della tradizione. Infatti, dal jazz al canto tradizionale mediterraneo, la cantante sarda si è costruita, disco dopo disco, una sua originalissima identità artistica che l’ha fatta apprezzare dalla critica internazionale. 
Franca Masu si è esibita con successo di pubblico in molti paesi d’Europa (a cominciare dalla Spagna dove si esibisce frequentemente tra Barcellona, Madrid e il paese valenciano); è stata ospitata a Vienna per l’Akkordeon Festival e per l’ORF registrando il concerto nella Sala della Radio Radio Kulture Haus; a Varsavia; in Ungheria per il Media Wave Festival a Szombathely; nella Cattedrale di Neumster a Lussemburgo; nel Muzik Centrum di Vredemburg registrando il concerto in diretta per Radio NPS; in Germania nei Festival “Jazz around the world” a Puccheim e al Bardentreffen di Norimberga. Si è esibita in Ucraina al Jazz Carnival Festival di Odessa e a Vinnitsa per la televisione nazionale; a Istanbul per il PeraFest. Ha realizzato un tour di 6 concerti in Canada per il circuito del JazzCoast Festival e per due anni consecutivi è stata invitata in Argentina per concerti  a Buenos Aires,  Cordoba e La Plata. 
Ha pubblicato sei album e nel 2011 è stata in classifica all’11° posto della WORLD EUROPE CHART MUSIC con il cd 10 ANYS. Almablava è rimasto in classifica ITunes a lungo in Nord Europa, soprattutto in Finlandia, tra gli album più scaricati. Di prossima pubblicazione il nuovo album appena registrato.
Riceve nel 2018 la Creu de Sant Jordi, massima onorificenza da parte del Governo catalano e nel 2019 oltre al Premio Ostana, Scritture in lingua madre, le viene assegnato il Premio Navicella d’Argento riconosciuto ai sardi che hanno dato lustro all’isola e alla sua cultura nel mondo.

DANSA D’AMORN

DANSA D’AMOR è un percorso musicale molto profondo, tra preziose melodie e testi pregni di significato abbracciando un repertorio che accomuna tutte quelle musiche e luoghi che per Franca Masu  sono ormai patrie musicali  ideali. Un diario sonoro, un canto d’amore che parte da Alghero ma che si espande nell’isola e viaggia per mare; passa da Napoli e riabbraccia Spagna e Portogallo per spingersi fino al Sud America.

CUORE ITALIANO
Luca Falomi chitarre e arrangiamenti   |  Fausto Beccalossi accordeon  |Salvatore Maltana contrabbasso  |   Massimo Russino batteria
Franca Masu si lascia trasportare da tutti quei ricordi e racconti che vengono da lontano e che portano con sé una melodia, un soffio di nostalgia, il sapore di un amore lontano, sognato e chissà, magari mai espresso.
Ispirandosi alla grande tradizione musicale italiana la sua voce  intesse un omaggio emozionante che vuole essere un abbraccio sonoro dedicato a un pubblico maturo ma che può allo stesso tempo abbracciare più generazioni; infatti Franca Masu sceglie comunque di non  perdere di vista anche quel giusto pizzico di ironia sempre utile per “giocare “ con la musica e la vita.
Accompagnata da un ben consolidato ensemble, ha scelto di cantare quel repertorio che riecheggia ancora dei passi di danza, delle storie e dell’immaginario delle generazioni tra gli anni ’40 e i primi del ‘60. Sono storie che parlavano di sentimenti profondi e desideri talvolta impronunciabili, di teneri timori ma anche di quelle tante speranze che  risuonavano misteriosamente alla radio, attraversando il vissuto di un’Italia che dopo la guerra non avrebbe smesso di sognare la rinascita, non solo con l’illusione  ma con l’impegno fattivo  del giorno dopo giorno. In quelle melodie e  in quelle parole, si può ritrovare l’anima di un intero paese e la cronaca del quotidiano elevata a poesia popolare.


 


#nextTour