Gino Paoli

Disponibile a richiesta

Booking in collaborazione con Mercurio Management

Gino Paoli è semplicemente un monumento vivente della musica italiana. Da sessant'anni autore e interprete di temi entrati nella nostra cultura e storia.
In questa fase della sua interminabile carriera, ha deciso di accompagnarsi a musicisti eccezionali, capaci di rendere ancora più straordinaria la bellezza delle sue canzoni immortali.

GINO PAOLI E DANILO REA "DUE COME NOI CHE"
Gino Paoli voce | Danilo Rea pianoforte

Un concerto unico, a base di voce, pianoforte e improvvisazione. Un prezioso esempio di come due artisti assoluti possano interpretare in modo innovativo alcuni classici della storia della musica italiana e internazionale, con una scaletta aperta che spazia tra le canzoni più amate di Gino, chicche dei cantautori genovesi, l’omaggio alla musica napoletana e a quella francese.
Il concerto sarà anche l’occasione per gli spettatori di avere anche un assaggio dal vivo dell'ultimo lavoro discografico di Paoli e Rea, sempre alla ricerca di nuovi stimoli e sperimentazioni musicali: Gino e Danilo sono infatti al terzo capitolo della loro avventura musicale in duo - dopo i fortunati “Due come noi che” e “Napoli con amore”, è di ultima uscita “3”, dedicato ai capolavori della musica francese.
Il loro live ha già collezionato numerosi sold out nei concerti sui palcoscenici più prestigiosi in Italia e all'estero, incantando ed emozionando il pubblico ogni volta. Un successo che di certo non stupisce dato il calibro degli artisti on stage: la voce e il carisma di Paoli, uno dei più grandi autori e interpreti della canzone nostrana, affiancata da uno dei più lirici e creativi pianisti riconosciuti a livello internazionale come Danilo Rea.
Anche per la prossima stagione i due saranno impegnati con un ricco calendario di concerti a base di voce e pianoforte, con una scaletta che si rinnova di spettacolo in spettacolo con le canzoni più amate di Gino, da “Averti addosso” a “Il cielo in una stanza”, da “Vivere ancora” a “Perduti” passando per “La gatta” e “Come si fa”, insieme a chicche dei cantautori genovesi, che per Gino sono gli amici di una vita: “Canzone dell’amore perduto” e “Bocca di rosa” di De André, “Il nostro concerto” di Umberto Bindi, “Vedrai Vedrai” di Tenco e “Se tu sapessi” di Bruno Lauzi.

"PAOLI CANTA PAOLI"
GINO PAOLI con RITA MARCOTULLI al pianoforte | ARES TAVOLAZZI al contrabbasso |
ALFREDO GOLINO alla batteria
Le canzoni di Gino Paoli hanno attraversato numerose generazioni e ancora oggi consegnano le loro preziose parole all’irrefrenabile attività del Tempo e dei ricordi, raggiungendo adulti, bambini e giovani in una catena perpetua, dove l’intreccio di poesia e melodie immediate risulta adesso ancora più necessaria ed irraggiungibile di allora.
Cantautore, pioniere e precursore di un movimento artistico denominato “scuola genovese” che insieme a Bindi, De Andrè, Lauzi, Endrigo e tanti altri personaggi noti, ha generato una fucina di talenti unici negli anni ’60 dove la musica e l’audacia erano al servizio di una sensibile ricerca sulla verità del tempo e dell’animo umano; oggi, Gino Paoli conserva energicamente quell'animo indagatore e sopratutto quello spirito di sperimentazione che lo ha sempre accompagnato nella sua lunga carriera e spinto verso l’originalità, in ultimo, abbracciando con naturalezza il ricco e complesso universo Jazz.
Con questa propensione nasce il suo ultimo progetto live, in cui viene affiancato da giganti della musica strumentale italiana: Rita Marcotulli al pianoforte, Alfredo Golino alla batteria ed Ares Tavolazzi al basso, già unificati da tempo sotto il nome di Tri(o)Kàla e dediti alla reinterpretazione della musica d’autore. “Il cielo in una stanza”, “La Gatta”, “Una lunga storia D’amore” sono solo alcuni titoli del noto repertorio offerto durante il loro concerto, tutto incentrato sulla prolifica produzione di Gino Paoli che, fedele a sé stessa, veste in maniera inedita sonorità avvolgenti come il velluto e ritmiche appassionanti ma, come in un quadro impressionista, sempre al servizio delle nostre emozioni.