Tosca

Morabeza Tour
Primavera e estate 2020

Se cantare vuol dire mettere in sintonia cervello, cuore, carne, Tosca lo sa fare meglio di tutte
(Ernesto Assante e Gino Castaldo, Repubblica 7 febbraio 2020)

Sparisce la scenografia, l’Ariston, la tv, le luci accecanti. Tutto. Resta una storia che Tosca ci fa arrivare come una carezza allo stomaco e un pugno nel cuore. Il mondo è una bolla di sapone e le note ci si riflettono sopra. Tu chiudi gli occhi e, semplicemente, stai bene. Grazie Tosca.
(Gabriele Fazio, Agi 9 febbraio 2020)

In tanti, in troppi, si erano dimenticati del fatto che Tosca è una delle più grandi cantanti italiane. E il Festival 2020 ha anche questo merito, quello di averlo ricordato a tutti
(Ernesto Assante e Gino Castaldo, Repubblica 8 febbraio 2020)

Non si è più abituati a canzoni così e nemmeno a cantanti così, che nutrono il proprio mestiere con l’intensità dell’opera e la profondità della tecnica. 
(Marinella Venegoni, La Stampa 2 febbraio 2020)

Credo in Dio. E credo che la bellezza sia la prova scientifica della sua esistenza. Sentite cantare Tosca, se aveste dubbi a riguardo.
(Michele Monina, Huffington Post 9 febbraio 2020)

Cantante, attrice, eclettica artista con un’innata propensione alla ricerca e alla sperimentazione. Da questa sua poliedricità nascono diversi progetti speciali: “Romana – Omaggio a Gabriella Ferri”, “Sto Core Mio – Notturno napoletano per Roberto Murolo”, “Appunti Musicali dal Mondo”, un viaggio attraverso la musica dei popoli e delle terre.
Collabora negli anni con i più grandi artisti italiani e internazionali, tra cui: Ivano Fossati, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Chico Buarque, Ivan Lins, Riccardo Cocciante, Lucio Dalla, Renzo Arbore, Renato Zero e Ron con cui vince il Festival di Sanremo nel 1996.
Vince la targa Tenco nel 1997 nella categoria migliore interprete con l’album “Incontri e Passaggi” e nel 2019 per il migliore album a progetto “Viaggio in Italia” con il collettivo Adoriza.
Nel 2019 è interprete del brano di Nicola Piovani “L’invenzione di un poeta”, nominato ai David di Donatello 2019 nella categoria “Migliore Canzone Originale”.
Ha al suo attivo 9 dischi in studio e 6 live. Il suo ultimo lavoro in studio “Morabeza” esce a ottobre 2019 e conclude un lungo viaggio attraverso i paesi del mondo, partito con “Il suono della voce” (2014) e “Appunti Musicali dal Mondo (2017). L’album, prodotto e arrangiato da Joe Barbieri, contiene canzoni originali, rivisitazioni in chiave attuale di classici della musica dal mondo, cantate in quattro lingue con grandi artisti che Tosca ha incontrato in questo viaggio: Ivan Lins, Arnaldo Antunes, Cyrille Aimée, Luisa Sobral, Lenine, Awa Ly, Vincent Ségal, Lofti Bouchnak, Cèzar Mendes.
Negli ultimi tre anni ha girato il mondo con il suo spettacolo (Algeria, Tunisia, Brasile, Francia e Portogallo). Questa tournée mondiale è stata lo spunto del documentario “Il suono della voce” (prodotto da Leave Music e Rai Cinema), per la regia di Emanuela Giordano, presentato in anteprima assoluta nella sezione Alice nella Città, all’interno della Festa del Cinema di Roma 2019. Un lungo cammino senza frontiere intorno alla musica e alle parole che si è arricchito nel tempo di collaborazioni illustri fra cui Marisa Monte, Ivano Fossati, Ivan Lins, Alice Caymmi, Rogê, Luìsa Sobral e molti altri.
Per la sua attività teatrale ricordiamo le appassionate interpretazioni negli spettacoli “La strada” di Fellini, “Il Borghese gentiluomo” di Molière e “Il Grande dittatore” di Chaplin al fianco di Massimo Venturiello, nonché le sue incursioni nel teatro sociale con “I Monologhi della vagina”, “Italiane” e “Donne come noi”.
Da sempre attenta alla formazione, dal 2015 è coordinatore generale e direttore della sezione canzone dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, laboratorio di alta formazione artistica e Hub Culturale della Regione Lazio.
Nel 2020 partecipa alla 70° edizione del Festival di Sanremo con il brano “Ho amato tutto” di Pietro Cantarelli, con il quale si aggiudica il Premio Giancarlo Bigazzi per la migliore composizione e il sesto posto in classifica. Duetta con Sílvia Pérez Cruz con il brano “Piazza grande”, aggiudicandosi il primo posto nella classifica nella serata delle cover, votata dall’orchestra del Festival.

#nextTour