Les Tambours de Brazza

KONGO - Ritorno alle Origini
In tour su richiesta

Riuniti attorno al batterista Emile Biayenda per 25 anni, Les Tambours de Brazza formano un gruppo di percussionisti a mani nude e musicisti fuoristrada e di altissimo livello. Questi 10 uomini suonano musica poliritmica e vocale in un incontro istintivo e danzante, degno della strada di Brazzaville, nella Repubblica del Congo, con ritmo vibrante e moderno. Sul palco o su disco, i maestri dei tamburi e cantanti innescano immediatamente un ritmo che ti trasporta. Con loro, si uniscono un cantante raggae griot, un bassista del Madagascar, un chitarrista-viaggiatore e un batterista-direttore. Motivi ancestrali si aprono al pubblico con l'ampiezza del suono di un grande palcoscenico. Le voci degli uomini rispondono al Ngoma*, il tradizionale tamburo congolese, che vola dalle cinture. Gli uomini si sfidano, imitando i giochi pacifici. Il clima è la febbre che guarisce, quella del linguaggio universale del tamburo. 
Le voci dei tamburi di Brazza sono espresse in Kongo*, la lingua centrafricana con 60 dialetti, nome del loro ultimo album uscito nel 2018. 
"Ci divertiamo, balliamo, cantiamo in coro, il corpo diventa indipendente e lo spirito è alla festa" questo spirito è un respiro, quello di una nuova generazione, quello della nuova Africa, che è cresciuto tra la cultura musicale occidentale e l'immemorabile linguaggio tradizionale del ritmo. Il risveglio della scena africana è ascoltato oggi tanto nelle serate di musica elettronica, quanto nei concerti di jazz e negli attuali festival musicali. Il direttore Emile Biayenda dovette lasciare il Congo in crisi nel 97 quando aveva appena iniziato il gruppo di batteria di Brazza in seminari nei distretti di Brazzaville. Ora risiede ad Angoulême, la città natale del Métis Music Festival, che lo ha accolto come amico. Continua a trasmettere le conoscenze che ha accumulato, insegnando in Congo. È il suo modo di accompagnare la lunga gestazione nel dolore che sta attraversando il suo paese con valori mutanti.