Refugees for Refugees

Amerli
DISPONIBILI A RICHIESTA - possibilità di associare al concerto un video documentario e interviste ai musicisti

Il gruppo Refugees for Refugees, costituito da musicisti che hanno dovuto, per ragioni diverse, fuggire dal proprio paese di origine e chiedere asilo politico in Europa (in questo caso in Belgio) vede la luce insieme all'album "Amerli" nel maggio del 2016, quando 10 dei musicisti che hanno partecipato alla realizzazione del disco decidono di riunirsi, sotto la guida di Tristan Driessns, pregevole suonatore di Ud, per dar vita a un concerto unico. Questo gruppo, estremamente eterogeneo, crea ponti tra tradizioni anche profondamente diverse, offrendo uno spettacolo straordinario e inaspettato, oltre che un messaggio importante sulla ricchezza che l'unione di culture diverse rappresenta. 
Refugees for Refugees si è già esibito su palchi prestigiosi quali il  Music Meeting (Nijmegen, NL) – Muziekpublique (BE) – Festival d’Art de Huy (BE) – Espéranzah! (BE) – Festival de Wallonie (BE) – Festival Rencontres Inattendues (BE) – Festival of Flanders (BE) 

I musicisti di Refugees for Refugees sono
Asad Qizilbash (sarod) (Pakistan-BE) 
Dolma Renqingi (voice) (Tibet-BE) 
Fakher Madallal (voice, percussion) (Syria-BE) 
Kelsang Hula (dramyen, voice) (Tibet-BE) 
Mohammad Aman Yusufi (dambura, voice) (Afghanistan-BE) 
Simon Leleux (percussion) (BE) 
Souhad Najem (qanun) (Iraq-BE) 
Tammam Al Ramadan (ney) (Syria-BE) 
Tareq Alsayed Yahya (ud) (Syria-BE) 
Tristan Driessens (ud) (BE)

Foto credits: Dieter Telemans