Souad Massi

"Oumniya"
DISPONIBILE IN TOUR 2020 

"Oumniya" (il mio desiderio, ma l'intero disco ruota intorno al dolore legato al tradimento) segna il grande ritorno discografico di Souad Massi, icona algerina del chaâbi-folk. Questo sesto album è decisamente moderno, con temi ancorati agli eventi attuali: Algeria, politica, amore, libertà ed emancipazione, tutti argomenti che alimentano i tredici brani scritti in arabo da questa artista dalla grande sensibilità sociale e umana, oltre che musicale. Un lavoro in cui predomina il folk melodico, in equilibrio con il pop e le sonorità più etno. Souad Massi fa infatti musica folk, ma lo fa con una mandole algerina, lo strumento principale della musica châabi e Kabyle. 
Fin dal suo primo album, intitolato Raoui e datato 2001, la Massi ha amato intrecciare i generi musicali: cresciuta con le canzoni popolari algerine (châabi) e la poesia di Aït Menguelet (poeta simbolo della resistenza di Kabyle), ha inserito nella sua musica tocchi di reggae e accenni di fado, rendendo protagonisti, nel suo ultimo lavoro, anche un violino arabo-andaluso (Mokrane Adlani), una mandola (Mehdi Dalil), la derbouka (Rabah Kalfa) e la batteria latina (Adriano Tenorio). 

 LINE UP 
 Souad Massi: singing, guitar 
 Rabah Khalfa: derbouka 
 Mehdi Dalil: mandol, guitar 
 Mokrane Aldani: viola 
 Adriano Tenorio: drums