Roberta Di Mario è una compositrice italiana e attraverso la sua musica e arte cerca di essere un modello ispirante per la nuova generazione femminile della musica: 
“Sto lavorando in qualche modo per un nuovo mondo: un mondo in cui possiamo dimenticare le disparità senza eliminare le differenze; un mondo in cui la discriminazione sarà forse solo un ricordo, il talento delle donne pienamente espresso, e un mondo in cui uomini e donne saranno finalmente insieme, dalla stessa parte”.
Roberta Di Mario è una pianista italiana classica e contemporanea, compositrice e direttrice artistica. 

È una concertista di respiro internazionale, compone per pianoforte solo, musica da camera, teatro, arte, televisione, cinema e pubblicità (Ferrovie dello Stato, Tiscali, Treccani, Magister Arte, Onlife Media). Ha iniziato gli studi musicali all'età di cinque anni e si è diplomata con il massimo dei voti e la menzione d'onore al Conservatorio di Musica Arrigo Boito di Parma.

Leggi di più »

ALA - Elegia in tre atti

Ala è anche uno dei nomi con cui si definisce il pianoforte a coda, non solo per la somiglianza della sagoma, ma perché lo strumento pare sempre sul punto di trasformarsi e prendere il volo.
Se lo scopo finale della musica è il sollievo dell’anima, con la forza di questa “Ala”, Roberta di Mario spicca un volo di tasti, coinvolgendoci in un’avventura intima e libera, un volo mutevole, con impennate pianistiche furiose accompagnate da morbide discese, che attraversa spazio, tempo e risonanze, il tutto per celebrare il Pianoforte, amante ora fedele ora capriccioso, indissolubilmente congiunto con chi lo suona.

“Ala” è un concerto composito, dove i rimandi alla letteratura classica pianistica più pura dei giganti J.S.Bach e F.F.Chopin si incontrano all’opera musicale inedita della compositrice, che dalla tradizione da cui proviene attinge e crea, per spingersi verso il suo suono più contemporaneo. Un continuo oscillare tra tradizione e modernità, nei quali virtuosismo non è finalità, ma strumento per raggiungere nuove sonorità, finezze timbriche e dell’animo.